(In English: The Program)

Tre livelli: Principiante, Intermedio, Avanzato

KidsUP si articola in tre livelli, consentendo ai bambini che sono particolarmente interessati di seguire un percorso di crescita.

 

Livello I – Principiante Il programma di base, non sono necessarie conoscenze pregresse  (progetto pilota completato). (vedi video)
Livello II – Intermedio I bambini che hanno completato il primo livello possono ripetere il programma rivedendo gli argomenti in maggior profondità, integrando concetti più avanzati quali economia di scala, elasticità della domanda, l’effetto della concorrenza sui prezzi, la resa dei materiali, gestione delle trattative e acquisti (progetto pilota completato).
Livello III – Avanzato In questa fase i bambini che hanno già completato il percorso KidsUP diventano loro stessi dei mentori per gli altri bambini (progetto pilota a giugno 2018), sviluppando ulteriori competenze di leadership collaborazione, consolidando l’autoconsapevolezza e l’autoefficacia, e conquistando una nuova autonomia.

La struttura di base

Primo incontro

Durante il primo incontro i bambini vengono introdotti al progetto, concentrando l’attenzione sulla nuova terminologia, creando la baby startup, facendo l’investimento iniziale (i bambini versano un contributo in fondo capitale, preferibilmente tratto dai loro risparmi), creando un logo e infine facendo brainstorming per determinare il prodotto che andranno a produrre e vendere. Quest’incontro è anche dedicato alla motivazione, il team-building e l’identificazione di valori chiave quali il rispetto e la collaborazione. 

Secondo incontro

Durante il secondo incontro i bambini definiranno la proposta valoriale (VP), parlandone prima a livello teorico e calandola poi nella loro realtà, integrando cliente target, necessità e soluzione. Svilupperanno anche un primo prototipo del prodotto, esaminando costi e fascia di prezzo. Impareranno anche i rudimenti della ricerca di mercato e somministreranno un questionario ad almeno 5 adulti.

Terzo incontro

Nel terzo incontro completeranno il prototipo qualora fosse necessario, analizzeranno i risultati del questionario per convalidare le ipotesi formulate riguardo alla VP e al prezzo, e impareranno “le 4 “P” del marketing“, concentrandosi sulla P di promozione. Infatti, essi realizzeranno del materiale promozionale (ad esempio un volantino o un video), e prepareranno un pitch o discorso di vendita per convincere genitori e altri adulti ad acquistare i loro prodotti. Tra il terzo e il quarto incontro si adoprereranno per massimizzare le pre-vendite, prendendo ordini e raccogliendo pagamenti.

Quarto incontro

Sulla base degli ordini raccolti, i bambini organizzeranno la produzione e l’assemblaggio dei prodotti, che poi porteranno a casa per consegnare ai loro clienti.

Quinto incontro

L’ultimo incontro servirà a “tirare le somme”: i bambini verranno introdotti al sistema della partita doppia, eseguendo qualche posta per registrare le vendite, i costi e i profitti, e infine distribuiranno i profitti! Inoltre, prepareranno una breve presentazione per i genitori, raccontando la loro esperienza e facendo un bilancio conoscitivo.

KidsUP e la EntreComp Framework

La seguente tabella illustra come il progetto KidsUP si inserisce nel quadro di riferimento dell’EntreComp.

Incontro 1 2 3 4 5
Riconoscere le opportunità X
Creatività X X
Vision X X
Idee di valore X X
Pensiero etico e sostenibile X
Autoconsapevolezza e autoefficacia X X X X X
Motivazione e perseveranza X X X X X
Mobilizzare le risorse X X X X X
Conoscenze economico-finanziarie X X
Mobilizzare gli altri X X X X X
Prendere le iniziative X X X X X
Pianificazione e gestione X X X
Fronteggiare incertezza, ambiguità e rischio X X X
Lavorare con gli altri X X X X X
Imparare dall’esperienza X X X X X

Inoltre, con KidsUP i bambini sviluppano competenze specifiche quali il lavoro di squadra, il rispetto, e la capacità di gestire il fallimento. Il lavoro di squadra può anche essere una chiave verso l’integrazione, un aspetto particolarmente importante in un paese in cui uno studente su quattro ha almeno un genitore straniero.


Vai a:

Annunci